Nasce “Barricate” – l’informazione per chi non si rassegna

0
È in tutte le edicole italiane dal 5 dicembre la prova che c'è ancora qualcuno che non si rassegna. Vale la pena seguire chi con tale passione e competenza dà vita a periodici di...

Fuggire da Fukushima: l’appello di una mamma con il figlio malato di cancro

0
Migliaia sono le persone evacuate da Fukushima. Ma ora, a distanza di un anno e nove mesi dall'incidente, il Governatore dell'area del Giappone devastata dall'incidente nucleare ha deciso di sospendere gli aiuti alle famiglie che vogliono lasciare la zona. Così una mamma, Tokiko Noguchi, decide di lanciare un appello per chiedere aiuto al mondo. Su Change.org, la più grande piattaforma di petizioni online, questa mamma coraggiosa e disperata racconta: "[...] la prefettura di Fukushima ha appena annunciato che il 28 dicembre ritirerà i sussidi concessi alle persone che vogliono andare a vivere al di fuori dell'area di Fukushima. Il giorno in cui ho saputo che il governo avrebbe smesso di fornire gli aiuti, ho ricevuto un’ altra cattiva notizia: i test del cancro alla tiroide di mio figlio avevano rivelato la presenza di tumori di piccole dimensioni. Sono molto spaventata e preoccupata per come le radiazioni della centrale stiano colpendo i miei figli."

Meno CO2, più raccolta differenziata e punti da raccogliere

0
Nel 2011 abbiamo raggiunto il nuovo record negativo per quantità di emissioni inquinanti immesse nell'atmosfera. Nel Nord Europa esistono da tempo dei sistemi per migliorare la raccolta differenziata, premiando al contempo i cittadini. In Italia la strada è ancora lunga, ma pian piano si stanno diffondendo iniziative per l'introduzione di macchinari per la raccolta automatica dei rifiuti e per incentivare la popolazione con buoni spesa e punti ottenibili attraverso azioni ecosostenibili, come testimonia il modello nato a Torino di puntifada.com .
i membri condannati della Commissione Grandi Rischi

Se la condanna della Commissione Grandi Rischi suscita sgomento…

2
Oggi la rubrica Sostenere l'Insostenibile vuole uscire un po' fuori dalle tematiche ambientali e parlare di coscienza civile, di opinione pubblica, di scienza e politica. Ho trascorso gli ultimi giorni a leggere e cercare le...

Patologie legate all’amianto: il quadro italiano

1
Tra i maggiori produttori e utilizzatori di amianto in Europa, l'Italia dal secondo dopoguerra fino al 1992 ha consumato più di 3,5 milioni di tonnellate di amianto grezzo. Ad oggi sono stati individuati 34.148 siti contaminati di cui 373 con classe di priorità 1. La mappatura dei siti andrà completata con i dati relativi alle regioni mancanti e si stima che i siti a rischio potranno arrivare a 500. Sono 32 milioni le tonnellate di cemento-amianto ancora da bonificare. Il 17 settembre a Casale Monferrato è stato presentato Quaderno del Ministero della salute n. 15, dal titolo: "Stato dell'arte e prospettive in materia di contrasto alle patologie asbesto (= amianto) correlate".
Overshoot Day

Overshoot Day: già esaurite le risorse naturali della Terra

1
Siamo già in rosso, a debito con la Terra. Il 22 agosto 2012 abbiamo ufficialmente esaurito le risorse naturali disponibili per quest'anno: è già stato dichiarato l'Overshoot Day 2012. Altrimenti detto: quello che abbiamo consumato prima di agosto è maggiore di quanto la Terra riesca a rigenerare e di quanto sarebbe sufficiente per un anno. Stiamo perciò già sprecando beni naturali che non ci spetterebbero. Disboscheremo quindi foreste che dovrebbero ossigenare l'aria che respiriamo e che invece dovranno assorbire una maggiore quantità di anidride carbonica, sfrutteremo terreni senza un minimo di logica della sostenibilità, prenderemo pesci che nei nostri mari sono sempre meno e dalla vita difficile, preleveremo acqua da fonti che non potranno ricaricarsi. E ogni anno il nostro consumo sfrenato e incontrollato fa sì che l'Earth Overshoot Day sia sempre più precoce.

Miniera di Nuraxi Figus: protestare per la vita e l’ambiente

3
La sera di domenica 26 agosto i lavoratori della Carbosulcis hanno deciso di occupare la miniera di Nuraxi Figus, nel sud ovest della Sardegna, e di tenere sotto "sequestro" 600 chili di esplosivo, a 373 metri di profondità....
Pussy Riot

L’articolo primo della costituzione italiana? E’ scritto col fuoco

0
Continuano a ripetersi i tragici gesti di chi si toglie la vita, dopo aver perso il lavoro, e le prospettive di una vita serena. L'attuale governo tecnico sta facendo abbastanza per risolvere una situazione che sta degenerando precipitosamente?

Il “rifiuto” dell’impresa Morellato di Pisa: l’etica sconfigge il profitto

0
Poco più di un mese fa mi è capitata sotto gli occhi una notizia. Non è più "fresca" ma vale la pena dedicarle un post perché l'argomento interessa non solo l'Etica di ogni essere umano ma anche la sostenibilità, nel senso ambientale e più ampio del termine allo stesso tempo. La Morellato è un'azienda toscana che dal 1965 opera nel campo della termotecnica, della climatizzazione, dell'installazione di impianti fotovoltaici e di attività di consulenza sul risparmio energetico. Già il claim del marchio "Morellato Energia" dice molto: etica e ambiente. Perché questa piccola azienda attraverso le sue due divisioni cerca di diffondere anche la cultura dell'energia pulita.

Responsabilità sul pianeta

1
Nel settimanale Internazionale del 22 giugno mi è capitato di posare lo sguardo su un articolo (scritto da George Monbiot) del giornale inglese The Guardian, dal titolo Il pianeta ha bisogno di tutti: “Strangolato...