Dark Dark Dark, Daydreaming Ascoltare i Dark Dark Dark è un’esperienza che può avvicinare ad un certo tipo di sperimentazione verso cui normalmente non è facile aprirsi. Formata da 7 elementi, di cui molti suonano strumenti tradizionali, come violoncello, contrabbasso e clarinetto, i DDD partono come orchestra da camera e per strada si fanno contaminare dal folk e dal pop, approdando ad un sound assolutamente personale dove nessuna influenza è padrona della composizione, il risultato è un pop godibile e raffinato. Guidati dalla belle voce di Nona Marie, si muovono sulle strade di un genere già ampiamente sfruttato, ma il disco è denso e appassionante, vario e divertente da ascoltare in ogni situazione.

Sono americani del Minnesota e appartengono a quel tipo di artisti che ama esibirsi in luoghi in cui di solito non si suona, come musei e biblioteche e spesso senza alcun preavviso. Il video un po’ hipster di Daydreaming, singolo dell’album Wild Go del 2010, parla di loro, di come sono e come suonano, in modo un po’ fantasioso, ma è tutto quello che vorremmo sapere.

[youtube UvTZwhOHYVA 520]

0 0 votes
Article Rating
Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments