Mercatale, Urbino, autunno 2010

Questa città deve ripartire dal basso, dalle piccole cose e dalla voglia di farle insieme. Non c’è altra strada.
Ieri ho trovato una frase, che ho rigirato a tutte le persone a me care, oggi la condivido con voi.

“Se tu cresci nella convinzione che devi cavartela da solo con i tuoi mezzi, puoi mettere insieme le tue forze e quello che hai e farci qualcosa di bello. Se hai una penna e un pezzo di carta e una pinzatrice puoi fare un libro. Se hai anche una fotocopiatrice, puoi diventare un editore.”

P.S. la foto è vecchia, una di quelle mai utilizzate durante questi mesi ma mi sembrava si accompagnasse proprio bene a questo testo. E per la prima volta dirò anche dove l’ho scattata: dal parcheggio di mercatale, Urbino, autunno 2010.

0 0 votes
Article Rating
Notifiche
Notificami
guest
7 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Pereira
Pereira
16 Aprile 2011 15:01

Certo, andate, fotografate, moltiplicatevi!
Mi suona già sentito…

No-r-Way
No-r-Way
15 Aprile 2011 15:22

Ovviamente l’invito, potrebbe essere allargato a tutti! Se avete voglia di raccontare la vostra città con una foto e un breve testo, inviatemi pure il materiale. Qui da me c’è spazio e io ospito volentieri, basta stringersi un po’!! Credo che anche Pereira sarà d’accordo.

No-r-Way
No-r-Way
15 Aprile 2011 15:10

Se hai piacere, poi mandami la foto scattata dallo stesso posto e un testo e ci facciamo un diario!

Gaioing
Gaioing
15 Aprile 2011 13:08

@No-r-Whay

Urca!
Ho sempre guardato in alto spaziando il Catria e il Nerone.
In basso, con lieve visione periferica in alto, non lo avevo mai fatto !
Comunque domani faccio il mio solito tour di marcia veloce (detto del Tordino II) , ci passo davanti e scatto anche io la stessa visione.

Rebus
Rebus
15 Aprile 2011 11:23

Il confronto con la verità è sempre un tema difficile da affrontare in un compito.
Dobbiamo credere o prestare ascolto a un paese ‘ufficiale’, presentato dai giornali e dalla televisione, con il quale il rapporto non esiste, anzichè credere (e lasciarci emozionare) in quel giovane o non giovane che sappia mostrarci e scrivere del nostro tempo e dei nostri problemi, che non sono quelli ‘ufficiali’, ma quelli delle nostre culture abbandonate”.

R.

No-r-Way
No-r-Way
15 Aprile 2011 09:28

Eh! Eh! Eh! Compito per Gaioing. Domani alzati di buon ora, ci sarà un tiepido sole, copriti perché l’aria sarà fredda. Dopo qualche minuto raggiungerai piazza Mercatale, la percorrerai tutta, fino ad arrivare alla statale 73bis, proprio li sul ponte, sotto di te gli archi. Ora volgi le spalle al parcheggio e mira uno dei più bei panorami della provincia! Guarda il profilo dei colli, giù giù fino ai monti. Allora? La riconosci?

Gaioing
Gaioing
15 Aprile 2011 05:42

Bella la foto e bella la frase.
Comunque non è scattata dal parcheggio del Mercatale.
Ormai i paesaggi di Urbino ce li ho nell’anima e questa foto, scattata dove dici tu, non mi squadra.