Gay Pride 2012 sotto il segno del corvo

Gay Pride 2012 sotto il segno del corvoIn giorni in cui gli eventi che hanno per teatro il Vaticano  fanno passare Dan Brown più come un ingenuo che come un visionario un cardinale (Caffarra) storicamente ossessionato dall’omosessualità interviene su Avvenire in vista del Gay Pride previsto per oggi a Bologna. In particolare se la prende con la richiesta della comunità Lgbt di adottare bambini, attorno alla quale nasce il Gay Pride 2012: «I bambini avranno pure qualche diritto! Uno di questi è non di avere due padri e nessuna madre, o di avere due madri e nessun padre. Questo non conta? Possiamo mettere a rischio la condizione spirituale e umana del bambino?».

Sarebbe bellissimo se Caffarra e la sua Chiesa Cattolica si ricordassero dei diritti dei bambini anche quando si tratta di quelli abusati dalle migliaia di preti pedofili in libera circolazione nel mondo sempre protetti dalla Chiesa (ricordo che una recente circolare in materia ai vescovi non introduce l’obbligo di denuncia di religiosi pedofili da parte dei vescovi).

Ma forse dobbiamo leggere l’ennesima sparata carica di assurdità sessuofobe alla luce dei corvi che volano sopra San Pietro e del fatto che Gotti Tedeschi, titolare dimissionario dello Ior (i soldi della Chiesa) ha divulgato la notizia secondo la quale se dovesse essere ucciso un suo memoriale verrebbe immediatamente reso pubblico. Per dire l’ambiente di cui stiamo parlando…

Pereira

0 0 votes
Article Rating
Notifiche
Notificami
guest
9 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Ivan il Terribile
ivan il terribile
13 Giugno 2012 13:01

vado subito a comprare un nuovo monitor perchè nel link mi compare grosso modo quanto segue: un parroco pedofilo (NON Caffarra) è stato (giustamente aggiungo io) condannato PERSONALMENTE a pagare 28 mila euro. Il legale, DI PARTE, sostiene che sarebbe un bel gesto della curia anticipare quei soldi. Ammesso e non concesso che abbia ragione, non vedo alcuna difesa di caffarra del personaggio in questione nè dei preti pedofili in generale. rimando invece gli approfondimenti sulla normalità e sul resto, mi affido al portavoce del partito mirkofabbri epperò anche il concetto di “cure e attenzioni amorose adeguate” può essere scivoloso,… Leggi il resto »

Camilla C
Camilla C
12 Giugno 2012 20:08

normalità? Quella di fioroni? o di cassano?

Federico Tamburini
Editor
12 Giugno 2012 18:19

Commento rimosso. Visto che secondo Ivan era una sciocchezza. Se Ivan riterrà che altri commenti sono una sciocchezza non avrà che da dirlo, e verranno tutti rimossi.

mirkofabbri
mirkofabbri
12 Giugno 2012 17:26

mi sa che io e “il terribile” mettiamo su un partito (se l’ha fatto grillo…!), filo-leghista e filo-vaticanista. ma forse no… perchè a me non dispiace sparare sulla chiesa, a patto che lo si faccia quando se lo merita. e in questo caso il cardinale non ha detto una bestialità. esistono i diritti dei bambini “adottabili”. io non ho niente contro gli omesessuali (“eh, lo so, dicono tutti così…”), allo stesso tempo non mi va di passare per troglodita soltanto perchè ho una famiglia normale (e non metto nessuna virgoletta, perchè normale significa che non si discosta dal consueto, dall’ordinario,… Leggi il resto »

Pereira
Pereira
12 Giugno 2012 16:57

@Ivan il terribile
si, sul monitor manca un link di omissioni, mancate denunce, silenzi assordanti, mancati risarcimenti e molto altro ancora http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2010/9-febbraio-2010/parroco-molesto-10-bambine-appello-caffarra-la-provvisionale-1602433889329.shtml

Ivan il Terribile
ivan il terribile
12 Giugno 2012 16:07

ok, in sostanza si usa la questione delle adozioni per sparare sulla croce rossa che nella fattispecie è la chiesa (bersaglio un po’ facile, come se mi mettessi a scrivere post di cinema per raccontare come sono brutti i film di Vanzina, sai che sforzo…) sul mio monitor però manca il pezzo, fondamentale a questo punto, in cui Caffarra difende i preti pedofili. prima di andare avanti preciso che che non frequento la chiesa da decenni e che non la seguo minimamente (perchè sennò la faciloneria con cui si (s)ragiona da queste parti mi affibbierebbe anche l’etichetta di ultra(‘)-cattolico dopo… Leggi il resto »

Pereira
Pereira
12 Giugno 2012 12:47

@ Ivan il terribile il fine era quello di segnalare un’attenzione per l’infanzia a due velocità da parte della Chiesa. Vuole proteggere i bambini in adozione dal “rischio” di affidamento a coppie omosessuali ma continua pervicacemente e in modo francamente indegno a proteggere i preti pedofili (ove, sia chiaro, la pedofilia non ha nulla a che fare con l’omosessualità). Per rispondere alla sua domanda: “è da malati mentali pensare che una coppia omosessuale non possa adottare bambini?” A mio avviso ciò di cui ha bisogno un bimbo per crescere sano sono cure e attenzioni amorose adeguate. Che queste vengano fornite… Leggi il resto »

Ivan il Terribile
ivan il terribile
9 Giugno 2012 11:45

mi par ovvio che sentire lezioni di morale dalla chiesa sia piuttosto risibile, però mi sembra che qui si guardi il dito e non la luna. Cioè: è da malati mentali pensare che una coppia omosessuale non possa adottare bambini?

a meno che sia io ad aver sbagliato a leggere il post che forse vuole essere solo l’ennesimo e inutile attacco a un’istituzione marcia e decadente e che incidentalmente tocca un tema serio e complesso come quello delle adozioni… chiedo lumi

Emiliano Jatosti
9 Giugno 2012 09:09

La repressione sessuale ha sempre condotto alla violenza. Imporre, o autoimporsi, di controllare l’istinto più naturale che abbiamo, che non solo è ciò che ci permette di riprodurci, ma è anche il culmine di una sensazione di piacere, di estasi, di emozioni sconfinate che l’uomo può provare con l’altra persona (donna o uomo che sia), porta solo ed inevitabilmente a questo. Ogni perversione è il derivato di un trauma. Freud diceva a tal proposito che se la sessualità infantile, per sua natura perversa, non si ‘normalizza’ in una sessualità adulta e genitale, con un soggetto dell’altro sesso, ci sono solo… Leggi il resto »