A volte, quando si incontrano libri unici e affascinanti, vale la pena sospendere le recensioni-parallele tipiche del Sognalibro per aprire parentesi preziose. Il primo oggetto di questa serie di “incisi” è lo straordinario libro di Laura ScarpaCaffè a colazione”.

Il libro raccoglie le delicate e soavi illustrazioni che la disegnatrice propone al suo affezionato pubblico ogni giorno nel suo blog omonimo.
Un diario fantastico e reale allo stesso tempo, che si trasforma in esempio perfetto della meravigliosa potenza e magia del disegno manuale.

Attraverso un disegno al giorno, Laura Scarpa racconta a volte la realtà quotidiana di Roma, altre volte viaggi o volti di persone, altre ancora storie, pensieri, riflessioni.

Ogni illustrazione incanta, rapisce e apre le porte della nostra immaginazione. Ogni frase racchiusa nel disegno custodisce poeticamente il senso dell’attimo fermato.

E quando i protagonisti diventano Peter Pan e Alice, le cui gesta si trasformano nell’occasione per spiegare i contorni della nostra società, la meraviglia dello sguardo è assoluta.

Al di là del valore dei contenuti dei disegni e testi, il lavoro di Laura Scarpa ha anche un significato più profondo perché sancisce l’insostituibilità della carta.

L’emozioni sono prodotte infatti dalla magia della disegno manuale. Nessun trucco artificiale, nessuna App e nessun programma di grafica  potrebbero infatti regalare un’emozione altrettanto grande.

Qui c’è solo carta – di blocco o Moleskine – e strumenti che stanno diventando antichi, penne, matite e colori.

Qui c’è solo carta, ma lo stupore per chi guarda è infinito.

Dagmara Bastianelli

0 0 votes
Article Rating
Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments