La II edizione di PerepePè

 

Torna Perepepè, torna, per chi non lo conoscesse, il progetto di arti e cultura organizzato e promosso dall’associazione Radio Pereira, per Pesaro. Una proposta nata dall’iniziativa autonoma del gruppo che anima queste pagine web dal 2008 e che rende reale, fisico, il contatto con la città, per spirito d’aggregazione e promozione del territorio, coinvolgendo infatti altre associazioni, gruppi di lavoro, realtà locali, il Comune di Pesaro e gli sponsor, nel Centro d’Arti Visive Pescheria. Alla sua II edizione, come l’anno scorso si svolge nel primo mese d’autunno dal 21 settembre al 20 ottobre per prolungare il piacere estivo e per introdurre ad un nuovo impegno lavorativo stagionale rinvigorito da questa offerta culturale fresca e vivace. E di offerta si tratta, in tutti i sensi. Perepepè si struttura sul contributo libero e no profit del gruppo organizzatore che sostiene l’evento – meglio detto, la serie di eventi – finalizzando i contributi ricevuti, esclusivamente al buon esito di tutta la rassegna. L’accento sul nome Perepepè è metaforicamente un accento su Pesaro e soprattutto sulla concreta possibilità di realizzare un intervento culturale partecipato e autosufficiente in un contesto istituzionale, che si arricchisce solo attraverso la partecipazione della città; ma d’altra parte la status quo della cultura in questo momento socio-politico impone queste regole per la sopravvivenza.
Il ricco programma di Perepepè dimostra la necessità, tutta italiana, di sostenibilità culturale, proprio nel senso in cui si pronunciava già all’inizio del 2012 il Manifesto “Niente cultura, niente sviluppo” del Sole24ore:

Occorre una vera rivoluzione copernicana nel rapporto tra sviluppo e cultura. Da “giacimenti di un passato glorioso”, ora considerati ingombranti beni improduttivi da mantenere, i beni culturali e l’intera sfera della conoscenza devono tornare a essere determinanti per il consolidamento di una sfera pubblica democratica, per la crescita reale e per la rinascita dell’occupazione […] in un’ottica di medio-lungo periodo in cui lo sviluppo passi obbligatoriamente per la valorizzazione dei saperi, delle culture, puntando in questo modo sulla capacità di guidare il cambiamento.

E con simili premesse Perepepè è una palestra e un’occasione concreta di confronto, in attesa di innescare una rivoluzione pragmatica nel territorio. Arti e cultura appunto, ed in questo caso con le seguenti declinazioni, che partono dalle categorie d’interesse di radiopereira.it: tre progetti artistici paralleli, ovvero una mostra fotografica, una performance di arte relazionale quotidiana ed una residenza artistica per un gruppo di sette artisti. Una rassegna cinematografica, laboratori pubblici e appuntamenti teatrali settimanali. Spazi di sosta ed incontro, come quello del caffè filosoficoletture e racconti, articolati in tre differenti cicli con diversi curatori e molti ospiti. Testimonianze tangibili di percorsi già strutturati sul web che saranno accompagnati da approfondimenti musicali, concerti e djset che renderanno live, la nostra web radio in streaming. Ed ancora, immancabilmente, il cibo, cibo per la mente inteso come aggregante naturale, tanto più se nel Museo. Ecco che l’arte contemporanea, nelle sue svariate sfaccettature, intesa in questo caso come espressione del nostro tempo presente, si rende alla portata di tutti, rispecchiando il territorio con estrema limpidezza.

Il programma completo e dettagliato sarà consultabile a giorni sul nuovo sito in costruzione di –> Perepepè 2013.

A cura di Cristina Principale

 

0 0 vote
Article Rating
Notifiche
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Alessandro
Alessandro
6 Settembre 2013 09:33

che bellezza:)

jessy
jessy
29 Agosto 2013 00:11

Torna a squillare PEREPEPÈ, Spazio all’iniziativa!