La Nuova Scuola (Pesaro)
Succede questo: il mio comune contribuirebbe con un milione di euro, da distribuire in vent’anni (50 mila euro all’anno),
a ristrutturare una palestra di una scuola privata chiamata La Nuova Scuola. Ora alcuni miei concittadini, che non dormono da piedi, non ci stanno e hanno attivato una petizione per bloccare questo progetto.

Vedremo che succederà. Io posso dire solo una cosa: La nuova Scuola fa da sempre atti osceni in luogo pubblico con comunione e liberazione che, a sua volta, lecca il collo alla compagnia delle opere che fa orgie con i maggiori costruttori della mia città. Casualmente sia la maggioranza che l’opposizione sono d’accordo a dare il via al progetto.
Tanto basta, credo, per sospettare inciuci.

0 0 votes
Article Rating
Notifiche
Notificami
guest
14 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Tak
Tak
22 Agosto 2012 00:41

mi permetto di precisare una cosa, forse non corretta, forse corretta e omessa per sbaglio… vero tutto, il comune di Pesaro però, in cambio del contributo alla messa in sicurezza dell’edificio (i “bracci” di ferro che si vedono sono una struttura che rende la costruzione antisismica) e della ristrutturazione dello stesso, con conseguente realizzazione della palestra, potrà usufruire di suddetta palestra senza un affitto che dovrebbe invece sborsare, in quanto struttura non comunale ma privata. In breve, non è una cosa scandalosa: se la Nuova Scuola venisse ristrutturata con soldi privati (cosa che ahimè noi frequentanti -non ricchi- abbiamo dovuto… Leggi il resto »

Giovanni
Giovanni
16 Settembre 2010 09:08

EHH! Bravi!!!
Mi sembra Giusto.
L’importante è continuare così…
I soldi diamoli solo agli amici del “giaguaro” come nel caso di “VILLA MARINA”, o altri.
Così possiamo poi dividerli solo tra noi… !!!
Poi a cose fatte, a tasche piene , si chiude tutto perchè non abbiamo piu’ fondi..

Continuiamo… Continuiamo così.

Gaioing
Gaioing
13 Settembre 2010 15:06

@Gianni
E’ una mega lottizzazione da migliaia di mc con annesso albergo vicino a Case Bruciate.

gianni
gianni
13 Settembre 2010 08:26

Che cosa è Selva Grossa?!

Gaioing
Gaioing
12 Settembre 2010 19:07

@Per il dibattito sulla fame del mattone E’ significativo l’intervento di oggi di Campagnoli (LxP) sul no alla lottizzazione di Selva Grossa. Campagnoli e LxP sono un esempio vivente di particelle quantistiche. Quando vanno al voto sono governativi (lealisti con Ceriscioli)… dopo il voto , ovvero ottenuti i benefici del voto in coalizione, diventano non più lealisti, ovvero inafferrabili … esattamente come gli elettroni (vedi nota in fondo)! Ma come?! Non sapevano, prima del voto, che Ceriscioli ha un occhio di riguardo per i costruttori? Deve essere successo qualcosa su mancati accordi dopo le recenti regionali… questa è l’unica spiegazione… Leggi il resto »

GabriZeta
GabriZeta
6 Settembre 2010 17:31

@Robberta: battaglia per la laicità, dura e tenace. Cominciamo.
@Gianni: sì, pensavano di fare tutto senza dare nell’occhio o, peggio, pensavano che fossimo una città di pecoroni per i quali due scuse in croce sarebbero bastate. Non solo non sono bastate, ma ci siamo anche incazzati. In fondo, se sono lì, è perché noi li abbiamo votati e se vogliono restarci, non gli conviene farci “troppi” torti – il bacino elettorale di una città non è come quello di un paese intero…

gianni
gianni
6 Settembre 2010 17:16

Per come Gaioing ha spiegato bene la situazione poteva scriverlo anche con 4 b:) io però non ho capito perché l’amministrazione ha fatto un passo indietro. Adesso anche Belloni che era così convinto del progetto e che aveva dato ottime(dal suo punto di vista) motivazioni perché si facesse, ora fa marcia indietro. Pensavano di far tutto senza dare nelll’occhio? Mi sembra strano, sono così ingenui?

robberta
robberta
6 Settembre 2010 16:08

@ Gaioing
robberta è con 2 b!
@ Gabri
Gelmini e tremonti tagliano miliardi l’anno alla scuola pubblica ma non alle private cattoliche.
Risultato: se ho bisogno di lavorare e lasciare mio figlio alla materna fino alle 17 o alle 18 non lo posso mandare alla scuola pubblica perché non ha soldi per pagare più a lungo le maestre. Sono costretta a portarlo dalle suore! Sono costretta dallo stato a mandare mio figlio in una scuola religiosa e cattolica.
Vi rendete conto!!!??????????? E’ ora di fare una battaglia per la laicità. Dura e tenace.

Gaioing
Gaioing
6 Settembre 2010 13:05

@Roberta Non è il PD che si accorda, direttamente, con il CDO, bensì il Sindaco in sede di campagna elettorale! Cioè, in campagna elettorale, la teoria dei più forni per ottenere voti è portata, dal Sindaco, ai massimi termini. Lo si deduce dal fatto che ora sono gli alleati del Sindaco che sono contrari e Ceriscioli ha fatto marcia indietro (“nulla è stato deciso”) …figuriamoci! Ma perchè i Sindaci, attualmente, trattano così tanto coi privati? L’ho spiegato molte volte in questo blog! Perchè l’Ente Pubblico, dalla stagione delle privatizzazioni in poi (inizio anni 2000), non ha più una forte solidità… Leggi il resto »

robberta
robberta
6 Settembre 2010 11:24

Scusate, ma non avete detto proprio tutto… ad esempio non ho capito come mai è così facile per un grande costruttore cattolico ( si fa per dire, se fossi cattolica mi vergognerei della sola esistenza della Compagnia delle opere e di CL) fare breccia per ottenere favori dal PD. Forse la Compagnia e il suo capo locale hanno appoggiato il sindaco coi loro 3000 voti e ora intendevano passare a incassare la ricompensa. Se fosse vero non sarebbe il caso di abbassare la guardia, ma di vigilare per scoprire in quale altra forma verrà pagata la cambiale elettorale. La rinuncia… Leggi il resto »

andrea zucchi
andrea zucchi
5 Settembre 2010 16:17

Perfetto, avete detto tutto! Aggiungerei solo – oltre all’ovvietà che per come è messa male la scuola pubblica necessita di ogni tipo di aiuto, e quindi quello alla Nuova Scuola è semplicemente assurdo – che il più grosso costruttore di Pesaro, Montagna, fa parte della Compagnia delle Opere, e oltre a partecipare alla costruzione dell’EXPO di Milano(strano vero?) si permette di dire sulla stampa locale, in merito alla costruzione del nuovo porto della Vallugola (che nessuno vuole in città!) che ogni cosa che ha voluto fare, è riuscito a farla..! Forse sa di tenere per le p…e i governanti di… Leggi il resto »

GabriZeta
GabriZeta
5 Settembre 2010 13:41

Aggiungo che quest’anno i nidi chiuderanno tutti alle 13:30 e le materne alle 16:00. Oltretutto, il pomeriggio alle materne non è gestito dalle maestre “istituzionali” ma da una cooperativa (non si sa ancora quale…) che ancora non si conosce (per chi ha la possibilità, vedere l’articolo sul resto del carlino di ieri). E l’anno scolastico è alle porte. Credo che sia ora di fare basta: qua tutti continuano a mangiarci e i cittadini ci rimettono troppo.

Gaioing
Gaioing
5 Settembre 2010 12:36

Per il dibattito La Compagnia delle Opere (CDO) , a Pesaro, controlla un pò meno di 3000 voti,ovviamente molto ambiti da molti candidati, ma ciò che colpisce è la professionalità, nella gestione dei “trenini preferenziali”, con cui riesce ad “infilare” i suoi candidati nei principali partiti. Ai tempi di LxP (campagna del 2004) ha infilato 2 consiglieri in Comune (su 7) e 1 in circoscrizione(su 3). Praticamente, assieme ai medici, era il fulcro della Lista Civica. Ilya Gardi, allora capo indiscusso di LxP, si è candidato alle recenti regionali con la Lista Civica Provinciale e contava molto , a Pesaro,… Leggi il resto »

carla g
carla g
5 Settembre 2010 10:10

E’ ora di cominciare a parlare di queste cose. Tutti parlano del partito azienda di berlusconi o degli inciuci del pd con le banche o le coop. Tutto vero. Ma c’è una grande sproporzione fra quanto si parla di questo e quanto (poco o niente) si parla di una malapianta che sta mangiando l’Italia dal di dentro insieme agli affari di berlusconi e pd: si chiama COMPAGNIA DELLE OPERE. Pensate sia poca cosa? E’ l’unica azionista di una delle aziende più grandi d’Italia, cioè la sanità della Lombardia e di fatto controlla la più grande opera pubblica e urbanistica di… Leggi il resto »