Alfredo Celeste. Ci sono cose prettamente italiane che passano fra una notizia e l’altra senza suscitare troppo scalpore. Notizie che magari fanno anche sorridere maliziosamente, ma a cui poi ripenso innervosita. Il 14 Maggio scorso Nicole Minetti è stata invitata dal sindaco di Sedriano, Alfredo Celeste (Pdl), come madrina d’eccezione al concorso “La creatività delle donne”. A lei l’onore di premiare i sei progetti, tutti al femminile, realizzati per trovare il migliore utilizzo di un gazebo costruito nella piazza del mercato. Certo, la Minetti di creatività se ne intende, passando da igienista dentale a consigliere regionale, ma la contraddizione è comunque forte.

Dignità femminile.A protestare sono stati gli stessi cittadini con cartelloni appesi davanti alla sala comunale e un centinaio di manifestanti che hanno atteso l’arrivo del Consigliere Regionale. Per tutta risposta il Sindaco ha usato la classica frase “fino a quando una persona non è condannata per noi è innocente” e ha puntualizzato che sono state le stesse donne della sua giunta ad aver chiesto di invitare la Minetti alla cerimonia perchè “a causa delle vessazioni che sta subendo rappresenta il riscatto della condizione femminile”.
Vessazioni? Ma non erano processi? Il riscatto della condizione femminile…. Mi sono persa qualcosa?Divieto di prostituzione. Il Sindaco Celeste, la cui giunta ha fatto già parlare di sé per un’ordinanza molto severa nei confronti della prostituzione che prevede il sequestro dell’auto e multe fino a 500 euro, ha concluso tagliando corto “Lo abbiamo fatto per farci un po’ di pubblicità”.

Sempre per la serie l’ ”importante è che se ne parli” Cinzia Cracchi ex “fidanzata” e segretaria del Sindaco Del Bono, dimessosi il 28 Gennaio 2010, proprio a causa delle sue dichiarazioni su viaggi e spese folli fatte con i soldi pubblici, è scesa in politica con la lista Nettuno. La lista, dal programma piuttosto vago e che, secondo quanto rilasciato in un’intervista ad Oggi.it dalla stessa Cracchi “non si colloca ideologicamente perché superiore alle ideologie e portatrice di valori universali”, ha ottenuto solo lo 0,2% delle preferenze. Del resto lo slogan del candidato sindaco Angelo Maria Carcano supportato dalla lista è proprio “Il Sindaco della semplicità”.

Cinzia Cracchi.Nell’intervista rilasciata ad Oggi.it la Cracchi si difende dicendo di non essere la rovina-famiglie o rovina-Bologna così come tutti l’hanno etichettata e dice di sentirsi una “velina dentro, perché in ogni velina c’è un mondo che scalpita, una intelligenza che chiede risposte, un’anima che dona la sua forza”. D’accordo… ma che c’entra questo con la politica? Fa parte della strategia elettorale? E io che pensavo che la politica nascesse dalla passione, dall’ideologia e anche alla militanza intesa come “partecipazione concreta all’attività di un partito, di un’organizzazione” (dal dizionario Il Sabbatini-Coletti ) oppure , ancora, dal più popolare Wikipedia, alla voce “militante”: “[…] La parola è associata a chiunque sia portatore di una visione ideale molto forte (per es. militante cristiano, ateo…)”. Che “visione ideale molto forte” sta dietro questo modo di intendere la politica?

Il ritratto di Dorian Gray.Nel libro “Il ritratto di Dorian Gray”, Wilde scrive “There is only one thing in the world worse than being talked about, and that is not being talked about”. Che se ne parli nel bene o nel male, l’importante è che se ne parli. Massima metafora dell’attuale politica italiana bombardata dai continui messaggi del Premier in piena crisi di abbandono (ognuno ha il suo Bin Laden). E che importa delle multe dell’Agcom, spiccioli in confronto alla forte perdita di elettorato e al declino dell’Impero.

0 0 votes
Article Rating
Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments