[youtube cV6xwjUCHmA 520]

In fondo alle scale giri a destra e trovi l’Amazzonia. Questo è l’Ecuador.
Quattro climi in quattro giorni.

Nel mezzo di un calore insopportabile, un fiume. Poi un uomo.
Potrei unirmi a lui per fare due uomini.
Mettere i piedi a bagno nel fiume è la mia presunzione, trovare dell’oro grezzo è la sua. Manca solo il dialogo, ma sono sempre andato bene in materia. Basta un sorriso: io divento Mauro, lui Camillo. Mi spiega il suo lavoro mentre il tempo si ferma. Presto sua moglie lo raggiunge. Io li osservo nonostante la mia connessione vada e venga. Forse dormo anche un pò. In piedi. Con i piedi a bagno nell’acqua. Quale miglior pomeriggio. Ad ogni pietrina si alternano signore e bambini nel formare un anfiteatro di folla contemplante il raccolto. Poi anche due turisti argentini. Lo capisco dai braccialetti sulle caviglie, sicuramente fatti a mano da loro stessi. A fine giornata conto di aver speso quattro ore in quella posizione. Poco importa dov’era chi doveva essere.

Giusto un pugno d’oro per lui, tutto ciò che desideravo per me.
Non siamo mai soli.

0 0 vote
Article Rating
Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments