Ogni lunedì leggiamo, analizziamo, commentiamo i fatti di cronaca e i grandi temi dell’attualità politica e sociale con un “editoriale”, o meglio una “distorsione”, facendo parlare una canzone, un autore o un album.

E che alla fine, lo capisci dalle piccole cose. Voglio dire: è questione di dettagli.

Sono capitato a una festa darkettona… me ne sono reso conto perché tutti erano vestiti di nero, la musica era dark (Cure, Joy division, Bauhaus…) c’erano dei pipistrelli neri attaccati alla pareti (ok, erano di carta, ritagliati da una bambina di 5 anni. Però facevano comunque paura) e c’era la proiezione di Nosferatu il film muto diretto da Friedrich Wilhelm Murnau del 1922. Insomma una vera festa dark. In realtà poi ho scoperto che i darkettoni lavoravano tutti per una ditta che fa cerette depilatorie, che pare essere l’unica azienda non in crisi di tutto il mondo. Quindi era la prima festa al mondo di darkettoni completamente depilati. Comunque… non divaghiamo. Verso metà serata dopo aver bevuto e mangiato, il padrone di casa ha cercato di giustificare l’assenza del gelato. Diceva che se lo era dimenticato al supermercato; cioè lo aveva preso ma poi l’aveva dimenticato chissà dove, e che la colpa era stata di sua figlia di sei anni e cose così…

Insomma era chiaro che non aveva preso il gelato perché costava troppo. Il periodo è quello che è, e uno è costretto a fare delle scelte, e lui aveva scelto: si alla porchetta e no al gelato. Che i periodi siano neri lo capisci pure dai piccoli dettagli, non ci vuole un esperto di economia. Così ce ne stavamo seduti, depressi e con l’amaro in bocca… quando sento un sintetizzatore tedesco modulare onde sonore. Una meraviglia. Chiedo al padrone di casa il titolo della canzone e lui mi risponde – Europa senza fine – Europe endless – dei Kraftwerk. I tedeschi, sempre loro. Europa senza fine, Europa senza fine… altro che. Sempre i tedeschi. Se non ci pensano loro a salvare le serate, chi, allora?

Elegance and decadence
Europe endless
Elegance and decadence
Europe endless

[youtube gDKiPtBbBQY 520]

Federico Tamburini

Il prossimo appuntamento con Distorsioni sarà il 25 giugno

P.S. Il pezzo è stato scritto alle due di questa notte, dopo una serata senza gelato e salvata da della pessima birra Splugen a 40 cents la lattina… quindi chiedo comprensione. Ringrazio Alessandro per quella cosa delle onde sonore, il padrone di casa Marco Lupo Brack-Brack e i Kraftwerk.

 

0 0 votes
Article Rating
Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments