In questi giorni in cui il governo ha assegnato incarichi speciali – missioni impossibili? – a due super tecnici come Bondi e Giavazzi ho sentito levarsi parecchie voci, ironiche o indignate, sul fatto che il governo dei tecnici invece che operare direttamente “spendesse soldi” per incaricare altri tecnici.

Tali eventi e obiezioni mi fanno fare alcune considerazioni.

– Per realizzare una mission impossible occorre il massimo di tutela dalle pressioni politiche quindi concordo con l’assegnazione di certi incarichi a tecnici-tecnici perché un tecnico una volta diventato Presidente del Consiglio o Ministro diventa principalmente un politico quindi meno libero di fare le cose che ritiene vadano fatte. Anzi penso che queste nomine rappresentino la fine del dibattito sulla questione se un governo puramente tecnico possa esistere. Non può, ogni governo è politico. E questo è un governo qualitativamente migliore del precedente ma come il precedente di destra. Se volete una distinzione più fine direi che questo è di destra europea mentre l’altro era di destra populista.

– Si tratta di due persone preparatissime e serie, niente a che fare con il livello a cui i governi Berlusconi – e in certi casi anche Prodi-D’Alema – ci hanno abituato.

– Nel caso di Bondi stiamo parlando di un personaggio talmente solido che ha accettato l’incarico di tagliare due miliardi dalle spese dei ministeri solo a patto di rinunciare a ogni compenso. Lavorerà gratis, anzi a spese sue. Grillo non saprà dove appigliarsi. Monti spera che “accetti 150.000 euro di rimborso spese”…

In ogni caso uno che sa come essere credibile.

Nel suo curriculum ci sono clamorosi risanamenti, quello di Montedison (prese l’azienda quando era cotta e le azioni valevano 10 lire e la fece diventare un gioiello, tanto che fu venduta ai francesi a 5.500 lire ad azione) e quello di Parmalat (è riuscito a pagare quasi per intero i bond ai risparmiatori senza tagliare neanche un posto di lavoro).

In ogni caso in bocca al lupo ad entrambi, basta che questa volta non facciano piangere i soliti.

Pereira

0 0 votes
Article Rating
Notifiche
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Everardo Dalla Borsa
Everardo Dalla Borsa
5 Maggio 2012 16:22

Analisi precisa!
Da aggiungere solo che per i primi 2 punti si dovrebbe uscire dall’euro, o quanto meno non aderire al Fiscal Compact…che poi la seconda potrebbe coincedere con la prima…

Gaioing
Gaioing
5 Maggio 2012 07:39

@Pereira e Everardo Questi tecnici servono a poco per la crescita ,nel senso che possono ottenere qualche risultato positivo marginale ovvero non sistematico. Per avere risultati sistematici occorre incidere sui grandi numeri che purtroppo non ci sono. Lo Stato che strumenti teorici ha per favorire la crescita? -può indebitarsi e distribuire l’indebitamento ai cittadini per farli crescere, ma ciò gli è impedito dai trattati UE -può svalutare la propria moneta per favorire le esportazioni, ma anche questo gli è vietato perché i tedeschi non intendono svalutare l’euro -può combattere la corruzione e l’evasione e distribuire ai cittadini i risultati di… Leggi il resto »

Everardo Dalla Borsa
Everardo Dalla Borsa
5 Maggio 2012 01:49

Ah su questo siamo completamente d’accordo, caro Pereira!

Pereira
Pereira
4 Maggio 2012 11:20

Caro Everardo, capisco cosa intende, diciamo che grossolanamente identifico come “di destra” un governo che prima di far piangere i ricchi ci pensa 20 volte mentre fa piangere chi ha meno con molta disinvoltura. Detto questo non starei tranquillo con un governo “sedicente” di sinistra, rimarrei vigile.

Everardo Dalla Borsa
Everardo Dalla Borsa
4 Maggio 2012 09:24

Molto giusto il ragionamento. Obietterei però una cosa: quello di Monti non può essere definito un governo di destra. Ed infatti è appoggiato da tutti i più grossi partiti, IDV, SEL e Lega esclusi. Anzi secondo me si dovrebbe proprio cominciare a smetter di ragionare in termini di destra e di sinistra. Il governo Monti è semplicemente l’espressione diretta della lobby finanziaria (pluto-massonica diretta qualcuno…) che governa di fatto di fatto l’Europa, per non dire mezzo mondo (il ministero dell’economia USA è nominato per 3\4 direttamente da Goldman Sachs). Insomma si potrebbe dire che, visto lo stato di eccezionale crisi,… Leggi il resto »