Lasciamo per un momento gli argomenti che mi hanno preoccupato in questi mesi circa il destino di questo paese, per sollevarci un po’ il morale. Come, se non con qualcosa di buono?
Invitato gentilmente ad una festa di reduci (reduci in senso lato, di guerra, di lotta politica, per vicissitudini personali) la signora Patricia, amorosa mamma di tre splendidi bambini, ha offerto ai presenti una squisitezza indefinibile. Non vi annoierò descrivendola, è così facile da preparare che vi suggerisco di provare a cucinarla.

Pereira

Panini dolce/salato di Patricia

Mettete nel frullatore :
3 uova intere
1 bicchiere di olio di semi
2 bicchiere di latte
2 cubetti di lievito
5 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di sale

Frullare per un paio di minuti.

In una insalatiera capiente setacciate 1 Kg di farina e impastate con il liquido ricavato dal frullatore, lavorate bene l’impasto e fate delle piccole palline del diametro circa 5 cm, quindi lasciate lievitare per circa 3 ore.
Infornate a 200° per circa 15 minuti o finché i panini non siano dorati nella parte superiore.
Ancora caldi ungete con del burro la parte superiore e spolveratela con del parmigiano grattugiato.
Verranno circa 60 panini.

0 0 votes
Article Rating
Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments